Ciao Gianni

Ciao Gianni,

per caso la nostra amicizia si è incontrata qualche anno fa.

Come se già esistesse nell’aria, ma non fosse atterrata nello stesso “aeroporto”.

La passione, nel significato più esteso del sentimento, ci apparteneva ci accomunava e ci appartiene.

E per sempre così sarà.

La scusa per esternarla e viverla insieme, sono state le auto d’epoca.

Gran parte della tua vita è stata spesa sui motori.

Cosparsa di quel profumo di benzina, di mani ruvide e sporche di olio bruciato, di gomme che stridono e lasciano segni nel cuore e non solo sull’asfalto.

La disponibilità era una regola, non una possibilità.

Telefonate senza un motivo; lunghe chiacchere fatte di onde di sintonia, tra le risate o le malinconie che la vita ci ha regalato.

Amici “tanti” come lo sono i giorni che hai vissuto, “veri” e sinceri, “pochi”. Tanti come i giorni che avresti ancora potuto trascorrere con noi. Pochi, come i difetti che, chi non ti ha capito, ti ha attribuito.

Fisicamente ci mancherai, lo so, ma nessuno potrà scansare nel nostro cuore la tua presenza che anche nel silenzio, sarà assordante.

Nessuno potrà dimenticare che ci sei sempre stato.

Per un consiglio, per la tua grande preparazione di meccanico professionista, ma soprattutto per la tua grande umanità.

La nostra “famiglia” del Circolo ha perso una costola molto importante, un pezzo di storia, ha perso “un uomo vero”.

Non ti ho mai sentito parlar male di nessuno, anche quando facevi fatica ad accettare certe decisioni che non ti appartenevano. E questo è veramente “per pochi”.

Sarà impossibile sostituirti, così come sarà impossibile non ricordarti ogni volta che si riapriranno quelle porte della Sede, o si prepareranno gli eventi, o le gare.

Tante coppe sono state assegnate nelle molte manifestazioni che ti hanno visto presente e si sono svolte dall’anno di fondazione ad oggi, ma una, da oggi in poi, anche soltanto simbolicamente, sarà “tua” per sempre.

Vincerai tutte le volte che ci incontreremo.

Vincerai al centesimo su ogni pressostato!

Per sempre onorati della tua amicizia, dei tuoi abbracci e soprattutto del tuo sorriso, che non è mai mancato anche nei momenti più bui.

Grazie Gianni